iten

ICONA Facebook666666 ICONA Flickr666666 ICONA Youtube666666

Banner Monitoraggio

Il laboratorio di sismologia è  dedicato al monitoraggio sismico del territorio italiano garantendo l'efficienza della strumentazione necessaria a condurre esperimenti geofisici accuratamente programmati  finalizzati allo studio della pericolosità sismica. 

Ha l’obiettivo di collaudare e testare tutta la strumentazione sismica, di riorganizzare gli strumenti che necessitano di verifiche in corso d’opera a seguito di usura nel tempo o di rinnovo tecnologico; configura tutti i parametri della strumentazione sismica che deve essere messa in campo garantendo la migliore prestazione a tutti i componenti della catena di acquisizione; provvede inoltre alla manutenzione ordinaria e straordinaria delle stazioni sismiche in caso di malfunzionamento o deterioramento di alcune componenti. 

In virtù della sua missione necessita costantemente di aggiornamenti tecnici e tecnologi che spesso implicano importanti acquisti di componenti sempre più sofisticati, corsi di formazione per l’utilizzo di apparecchiature e software dedicati, nonché corsi sulla sicurezza per operare in determinate condizioni all’aperto o nei laboratori di test, verifica e preparazione del materiale.  

Web-Mi_lab.jpg

 

Il laboratorio di sismologia strumentale della sezione di Milano  garantisce il funzionamento dei seguenti sensori e acquisitori: 

Si occupa inoltre di apparecchiature per la geofisica attiva, vale a dire dedicata alle indagini del sottosuolo, provvedendo alla manutenzione  di strumenti quali Geode Geometics 24 canali con geofoni sia verticali che orizzontali a 4,5 Hz.

Il  materiale viene testato in laboratorio simulando una vera e propria messa in opera sul terreno in modo tale che ogni singola componente sia perfettamente funzionante. 

Dedicato alla manutenzione e corretto funzionamento delle stazioni della rete sismica nazionale del Nord Italia, il laboratorio della sezione di Milano ha inoltre gestito la preparazione di numerose campagne di misure - sia a singola stazione ed array sismici-  per la stima degli effetti di sito e la valutazione dei profili di velocità sismica in corrispondenza di stazioni accelerometriche della Rete Sismica Nazionale (RSN) e di quella Accelerometrica Nazionale (RAN).  Ha partecipato a molte campagne di misura geofisica per progetti nazionali ed internazionali ed alla gestione delle emergenze sismiche del terremoto dell’Aquila del 2009, del terremoto dell’Emilia del 2012, del terremoto del Centro Italia del 2016 e alle attività di microzonazione della città di Amatrice.